Porta settentrionale

Le fondazioni della porta sono in parte state individuate sotto il casale ottocentesco, in parte continuano all’esterno, delimitando i margini dei numerosi battuti stradali, che sono succeduti all’asportazione del lastricato romano. Sono oggi visibili le fondazioni, costruite in pietra proveniente dalle cave di Punta Corvo; è ancora in posto l’alloggiamento in piombo per il cardine di bronzo che garantiva la rotazione del battente orientale. Le strutture sembrano riferibili ad un’apertura ad unico fornice dotata di corte interna di sicurezza, conclusa verso la città da una controporta a doppio battente. Si conserva l’acciotolato del vano interno.